giovedì 22 ottobre 2020

Segnalazione: Papà Gambalunga e Caro Nemico di Jean Webster

Buongiorno lettori,
rieccomi oggi con la doppia segnalazione di due classici per ragazzi che mi sono arrivati la scorsa settimana dagli uffici di Caravaggio Editore, che ringrazio sentitamente. 
Dopo aver pubblicato nel luglio del 2019 Papà Gambalunga di Jean Webster, per la prima volta in traduzione italiana integrale e annotata, grazie a Miriam Chiaromonte e alla cura del Prof. Enrico De Luca, lo scorse 3 settembre lo stesso team ha tradotto e pubblicato anche Caro Nemico, romanzo considerato lo spin-off di Papà Gambalunga, sempre per la prima volta in edizione integrale e annota.   

Papà Gambalunga


Trama:
Jerusha Abbott (Judy) è un’orfana dell’Istituto John Grier, una ragazza sola e senza speranze. Un “deprimente”  mercoledì, la sua vita cambia radicalmente e in modo inaspettato: grazie alle sue ottime potenzialità, in particolare nella scrittura, un misterioso benefattore decide di pagarle gli studi presso un prestigioso college, in modo da permetterle di conquistare istruzione e indipendenza; ciò a due condizioni: Judy dovrà scrivere regolarmente all’ignoto filantropo, che ribattezzerà Papà Gambalunga (avendone visto solo la lunga ombra proiettata su un muro), per aggiornarlo sui suoi progressi, e il benefattore stesso dovrà restare sempre nell’anonimato. Inizierà così questo splendido romanzo epistolare “a senso unico”, ma capace – grazie alla simpatia, al senso dell’umorismo e alla sfrontatezza di Judy – di coinvolgere fino all’imprevedibile finale.

In copertina elementi grafici della prima edizione (1912). 

All’interno tutte le illustrazioni originali dell’autrice.

Caro nemico


Trama:
Scritto sull’onda del considerevole successo che riscosse Papà Gambalunga (1912), Caro Nemico (Dear Enemy) fu pubblicato nell’ottobre del 1915. Ultimo lavoro di Jean Webster, riprende la fortunata struttura del romanzo precedente, riproponendone sia lo stile epistolare che i disegni di propria mano. In questo caso, però, la scrivente non è più Judy, ma la sua compagna di college, Sallie McBride, e i destinatari diventano quattro: Judy stessa e Jervis, il dottor MacRae (alias Caro Nemico) e Gordon Hallock. La giovane McBride, designata responsabile dell’Istituto John Grier dai coniugi Pendleton, dovrà fare i conti con la non facile realtà dell’orfanotrofio, e fra momenti di scoramento e di esaltazione tenterà di renderla migliore, affrontando problematiche complesse (dalle condizioni di vita e di istruzione degli orfani all’ereditarietà e all’insanità mentale, ecc.) che sottolineano e confermano l’attivismo dell’autrice in campo sociale. 

In copertina elementi grafici della prima edizione (1915).

All’interno tutte le illustrazioni originali dell’autrice. 


Puoi acquistare 

Papà Gambalunga QUI 

e Caro Nemico QUI



lunedì 19 ottobre 2020

Anteprima: Dietro la maschera ovvero Il potere di una donna di Louisa May Alcott

Buongiorno cari lettori e buon inizio settimana!
Esce oggi in libreria un romanzo breve e giovanile di Louisa May AlcottDietro la maschera ovvero Il potere di una donna, volumetto che va ad aggiungersi alla bellissima collana dei Classici Ritrovati di Caravaggio Editore, che ringrazio di cuore per la copia che ho il piacere di mostrarvi in anteprima.


Dietro la maschera ovvero Il potere di una donna (Behind a Mask, or a woman power) svela una Alcott diversa da quella che siamo abituati a conoscere. È la Alcott degli esordi, che mette al centro della narrazione la donna, cosciente della propria autonomia, orgogliosa della propria femminilità e forte della propria determinazione, trascinando il lettore in un vortice di passioni, sotterfugi e colpi di scena. Protagonista della storia è Jean Muir, una donna apparentemente senza scrupoli che lotta con tutta sé stessa per raggiungere i propri obiettivi ricorrendo a qualsiasi tipo di stratagemma e che, consapevole della propria condizione, la utilizza a proprio vantaggio, indossando scientemente la maschera che rispecchia la personalità che la società si aspetta che abbia. Non si tratta solo di una storia avvincente narrata in modo eccezionale, ma di un racconto dal ritmo incalzante attraverso il quale, capitolo dopo capitolo, si scoprono elementi non solo della vita della protagonista, ma anche del passato della scrittrice.


«Sono una strega, e un giorno la mia maschera cadrà e mi vedrete per quella che sono, vecchia, brutta, cattiva e dannata. Fate attenzione a me finché siete in tempo. Vi ho avvertito. Adesso amatemi a vostro rischio e pericolo.»

EDIZIONE INTEGRALE E ANNOTATA

ISBN 9788831456296
Autore: Louisa May Alcott
Curato da: Rosangela Amato
Genere: Narrativa (classici della letteratura americana)
Pagine: 200
12,90€

Puoi acquistare il romanzo QUI

venerdì 9 ottobre 2020

Recensione: “Charlotte: La storia della piccola Brontë” di Antonella Iuliano

Recensione: “Charlotte: La storia della piccola Brontë” di Antonella Iuliano

"Quello che ho apprezzato di più in questo libro è sicuramente la penna d’altri tempi dell’autrice ed anche e soprattutto l’omaggio a tutti quei grandi classici che tutti almeno una volta nella vita dovremmo leggere; un omaggio sempre rispettoso, sempre educato."

Puoi leggere la recensione di 

Charlotte: La storia della piccola Brontë 

su 

La bottega dei libri

che ringrazio.


giovedì 8 ottobre 2020

Recensione: Molto rumore per Peter di Jean Webster

Buongiorno lettori,
oggi sono lieta di presentarvi la mia prima recensione d’autunno che riguarda il primo classico edito da Vintage Editore, Molto rumore per Peter (QUI la mia presentazione) di Jean Webster, scrittrice americana nota per essere l’autrice del celebre Papà Gambalunga
Pubblicato per la prima volta nel 1909, Molto rumore per Peter (Much Ado About Peter) inaugura la collana Old Vintage grazie alla traduzione di Maria Elena Salvatore

“Quando sbirciava nel cestino dell’avena, dentro ci vedeva Annie, che gli sorrideva di rimando, anche dalle fiancate lucide del carro della posta e dal fondo di ogni secchio d’acqua. (…) Il povero Peter adesso capiva cosa provasse una trota di ruscello nelle mani di un pescatore che avvolge il mulinello.”

Peter Malone è un giovane stalliere di origine irlandese alle dipendenze di una famiglia americana facoltosa, i Carter di Willowbrook. Stimato da tutti, è un fidato servitore da diversi anni, quasi parte integrante della famiglia. Molto diligente nel suo lavoro, Peter sa stare al suo posto ma all’occorrenza non ha peli sulla lingua, ha un carattere allegro ma è anche brontolone, sa essere dolce ma anche dispettoso, ha un debole per le ragazze ma nutre anche pregiudizi verso gli estranei. Con questa miscela di vizi e virtù, a ogni capitolo Peter è alle prese con una nuova avventura o disavventura. Senza contare che sin dai primi capitoli emerge il suo spirito di competizione con l’altro stalliere, Billy, per conquistare il cuore della bella Annie, la nuova cameriera che sembra ricambiare le sue attenzioni. 

“Era lì solo da quattro settimane ma Willowbrook 
non sarebbe mai più stata Willowbrook senza di lei.”

Siamo dunque dinanzi a un classico per ragazzi ambientato nei primi anni dello scorso secolo in America, in un ambiente rurale, che profuma di fieno, mele e quotidianità. La narrazione di Webster è semplice, pulita, senza grandi riflessioni ma comunque con una morale e incentrata su una prospettiva rara in letteratura: quella di un membro maschile della servitù. Si tratta di una storia sottilmente ironica perché basata principalmente sui rapporti gerarchici tra padroni e servitù, ma anche permeata da un’immediata genuinità che spesso fa sorridere il lettore e certamente cela qualche buon insegnamento. Lo stile è scorrevole, chiaro e abbastanza avvincente ma poche sono le descrizioni paesaggistiche, rare quelle dell’aspetto dei protagonisti e del tutto assenti quelle dei personaggi secondari, che vengono nominati come comparse funzionali dove serve lasciando il resto all’immaginazione di chi legge.